N. 1 Montagna e borghi: Etna, montagna da mito


L’Etna, «a muntagna» per i catanesi e i borghi del territorio, è il luogo nel quale la natura si intreccia indissolubilmente al mito. Per gli antichi greci, nelle sue caverne era stato confinato Eolo, il dio del vento, mentre Efesto aveva scelto il vulcano per le sue fucine. Anche in tempi più recenti sono numerose le credenze che legano questi territori, carichi di misticismo, a eventi miracolosi. Lo ricordano altari e cappelle votive che costellano le pendici del vulcano come i “tre altarelli”, eretti nel borgo di Nicolosi proprio nel punto in cui - nel 1.776 - si arrestò la lava, o come il santuario di Moncalieri, che sorge nel luogo del ritrovamento del simulacro della Madonna delle Grazie indicato, secondo la tradizione, dalla stessa Vergine. Con i suoi 3.350 metri di altitudine e i cinquanta chilometri di diametro, l’Etna domina sull’intera Sicilia e la sua inconfondibile forma a cono si staglia nitida già dal Continente, dallo Scilla e Carriddi, o, se si preferisce, dallo stretto di Messina.

Sommario

Non perdere nessun numero di e-borghi travel, iscriviti alla nostra newsletter
e potrai scaricare la rivista per leggerla offline, è gratis!

Nome e Cognome
Indirizzo email
Cittá