N. 1 Montagna e borghi: Gran Sasso, “l’ombelico” d’Italia


Un pugno di pietra alzato verso il cielo. È questa la prima immagine che si ha del Gran Sasso e dei suoi 2.912 metri di altezza, massiccio imponente che domina l’Italia centrale tanto da essere chiamato “Fiscelllus mons - monte ombelico - dagli antichi romani proprio per la sua posizione strategica nella Penisola. E l’inverno può essere proprio il momento giusto per scoprire i minuscoli borghi che punteggiano questo gigante di pietra e dedicarsi agli sport della neve nel “piccolo Tibet”, come è conosciuto Campo Imperatore, il vasto altipiano che sovrasta i borghi fra Castel del Monte, Santo Stefano di Sessanio e Calascio. Un territorio dalla bellezza arcaica, amato da Papa Giovanni Paolo II - una croce di ferro è posta a memoria del Santo che qui ha consacrato anche la piccola cappella della Madonna della Neve - e immortalato dalla cinepresa in film cult come “…Continuavano a chiamarlo Trinità” e in video che spopolano sul web come “Eppure sentire (Un senso di te)” della cantante Elisa.

Sommario

Non perdere nessun numero di e-borghi travel, iscriviti alla nostra newsletter
e potrai scaricare la rivista per leggerla offline, è gratis!

Nome e Cognome
Indirizzo email
Cittá