N. 6 Laghi e borghi: Lago di Lesina, silenzio e poesia


Non è la Puglia degli ulivi e delle città bianche, del mare cristallino e del barocco, quella del lago di Lesina, bacino lacustre salmastro situato tra il Tavoliere delle Puglie e il promontorio del Gargano. E’ una Puglia a tinte meno accese ma intrise di poesia, dove la natura si mescola alle ampie zone di silenzio, dove il tempo pare scorrere più lento rispetto al vicinissimo litorale adriatico. Stretta lingua d’acqua di 22 chilometri di lunghezza e poco più di 2 di larghezza, il lago di Lesina è il secondo lago più grande dell’Italia del sud. Numerosi torrenti ne assicurano l’apporto d'acqua dolce, che si unisce al contributo ipogeo delle falde freatiche, così come quello meteorico. E’ il meno profondo tra i laghi italiani, con una profondità media minore al metro, ed è collegato al mare da due canali artificiali, l’Acquarotta e lo Schiapparo, che uniscono l’acqua salata dell’Adriatico a quella dolce creando quella salmastra, così importante per lo sviluppo della pesca del bacino.

Sommario

Non perdere nessun numero di e-borghi travel, iscriviti alla nostra newsletter
e potrai scaricare la rivista per leggerla offline, è gratis!

Nome e Cognome
Indirizzo email
Cittá