N. 8 Gusto e borghi: Il Prosciutto di San Daniele


Il Consorzio del prosciutto di San Daniele affonda le sue radici nel 1961, quando un gruppo di cittadini tra cui produttori di prosciutto, industriali di altri settori e persone della società sandanielese decide di unirsi con lo scopo di tutelare e diffondere il nome e il marchio del prosciutto di San Daniele, stabilendone le regole di lavorazione. Oggi il Consorzio conta tutti i 31 produttori del pregiato prosciutto friulano, dalla qualità riconosciuta dallo Stato Italiano fin dal 1970, attraverso una specifica norma che ha recepito gli usi leali e costanti della produzione tradizionale. E il salume è stato riconosciuto anche dall’Unione Europea nel 1996 come prodotto a Denominazione di Origine Protetta. Il codice etico del Consorzio si basa sui principi di correttezza, equità, integrità, lealtà, collaborazione e rigore e racchiude i valori condivisi dai vari membri dello stesso. Il prodotto, riconosciuto quale denominazione di origine protetta, è controllato da un organismo terzo e vigilato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali che verifica e certifica la corretta applicazione del Disciplinare di Produzione a carico di tutti i soggetti della filiera produttiva, tutta rigorosamente italiana, composta da allevatori, macellatori, prosciuttifici e laboratori di affettamento. Per sapere tutto sul Consorzio del Prosciutto di San Daniele basta andare sul sito www.prosciuttosandaniele.it.

Sommario

Non perdere nessun numero di e-borghi travel, iscriviti alla nostra newsletter
e potrai scaricare la rivista per leggerla offline, è gratis!

Nome e Cognome
Indirizzo email
Cittá