N. 8 Gusto e borghi: Città della Pieve: rossa come l'oro, preziosa come un fiore


C’è sempre un motivo per andare a Città della Pieve, ma in autunno ce n’è uno molto speciale: profumato, colorato, utilizzato da secoli e non solo in cucina. Il suo nome è zafferano e la città umbra lo festeggia nel migliore dei modi, con un evento di tre giorni, intitolato “Zafferiamo”, che quest’anno si terrà il 19 e 20 e poi dal 25 al 27 ottobre. “Zafferiamo” celebra questo pregiato prodotto della terra che per la città umbra non è solo vanto e importante fattore economico (i produttori dei 15 comuni che danno origine al “Croco di Pietro Perugino – Zafferano di Città della Pieve” sono riuniti in un consorzio che garantisce origine e qualità), ma anche fondamento di storia e cultura. La manifestazione ne ricorda le mille sfaccettature e gli svariati impieghi, a partire dalla gastronomia. Non mancano, infatti, degustazioni di specialità rese uniche dall’inconfondibile profumo (di fieno e iodoformio, come dicono gli esperti, dovuti alle molecole picrocrocina e safranale contenuti nel polline del crocus sativus, il fiore da cui si ottiene appunto lo zafferano) e anche i ristoranti presentano per l’occasione menù studiati ad hoc.

Sommario

Non perdere nessun numero di e-borghi travel, iscriviti alla nostra newsletter
e potrai scaricare la rivista per leggerla offline, è gratis!

Nome e Cognome
Indirizzo email
Cittá