N. 8 Gusto e borghi: Fra le terre del riso


È un gioco di riflessi tra acqua, terra e cielo quello che si staglia sino all’orizzonte in quel triangolo di pianura tra Novara, Vercelli e la Lomellina, conosciuto per l’eccellenza della produzione del riso. Un territorio di pianura disegnato da canali e filari e puntellato da cascine, pievi, mulini e castelli da scoprire tutto l’anno, anche a tavola. È uno specchio che unisce pianura e cielo, lo spettacolo che non ti aspetti davanti a una distesa di risaie. Lo si può ammirare in primavera, quando l’acqua riempie i campi coltivati con le piantine che solo in autunno daranno i loro frutti migliori, preziosi chicchi di riso che concludono il corso di una delle produzioni d’eccellenza del made in Italy. Nell’arco dell’anno le risaie regalano uno spettacolo diverso e quando tra settembre e ottobre le giornate si fanno più brevi, anche le temperature sono quelle giuste per gustarsi un piatto di risotto fumante. Andare alla scoperta delle zone che tra Novara, Vercelli e la Lomellina hanno fatto della coltivazione del riso una tradizione secolare, significa scoprirne luoghi e usanze, ma soprattutto abbandonarsi a una vacanza all’insegna di ritmi rallentati, per prendersi il tempo di risvegliare i sensi tra cultura, natura ed eccellente gastronomia. Tra Piemonte e Lombardia la tela è riempita di acqua e terra che a tratti si confondono e disegnano distese costellate da cascine, un colpo d’occhio stupefacente in cui restano i dettagli la parte migliore. Tra rogge e canali, argini e alberi, cicogne e aironi.

Sommario

Non perdere nessun numero di e-borghi travel, iscriviti alla nostra newsletter
e potrai scaricare la rivista per leggerla offline, è gratis!

Nome e Cognome
Indirizzo email
Cittá