La rivista di viaggi, digitale e gratuita, su turismo lento e borghi
Accedi alla Community

e-borghi travel 21, Gennaio-Febbraio 2021: Accumoli, uno spettacolo da vivere

Adagiata su un crinale e con un anfiteatro naturale come sfondo, Accumoli è un piccolo gioiello circondato dalla catena montuosa della Laga, dai monti Sibillini e dai Monti Accumolesi.  Siamo all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, dove natura, storia e cultura fanno a gara per conquistare il visitatore. Il borgo, già nel quindicesimo secolo, godeva di fama di paese colto: non pochi suoi figli ricoprivano ruoli di prestigio in varie località. Ma la sua è una storia che affonda le radici sin nel Medioevo: secondo la tradizione fu infatti fondata nel 1211 come comune libero da 32 famiglie maggiorenti della zona. Accumoli, che è in provincia di Rieti, ma confina con Umbria, Marche e Abruzzo, ha ben 17 frazioni. Purtroppo, molti dei tesori del suo territorio sono andati drammaticamente perduti durante il sisma del 2016, ma il suo splendore è ancora ben documentato dalla Torre Civica del Duecento e l’annesso palazzetto del podestà, oggi più che mai un simbolo importante, quanto prezioso, della ricostruzione e dell’intera comunità. 

Appuntamento con sport, tradizione e paesaggi

Un modo coinvolgente per conoscere Accumoli e al contempo godere dei suoi spettacolari paesaggi, è quello di partecipare ai suoi numerosi eventi, veri appuntamenti con la tradizione, lo sport e la natura. E sono già diversi quelli confermati nel 2021. Domenica 25 aprile, l’Arcsd Accumoli in Marcia organizzerà “La Randonnée di Accumoli”, un evento ciclistico di duecento chilometri che toccherà le quattro regioni colpite dal sisma. Domenica 30 maggio sarà la volta della corsa podistica in montagna “Accumoli-Pantani”, che prende il nome proprio da “I Pantani di Accumoli”, sito di interesse comunitario che si trova tra il Lazio, Marche e Umbria al confine con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Il piano è ricco di prati, faggi secolari e laghetti carsici e se vi tornate nelle calde e tranquille giornate di luglio e agosto, potrete osservare un fenomeno davvero curioso, quanto raro e spettacolare: l'arrossamento delle acque dovuto alla presenza di un’alga euglena. Altro evento che si svolgerà il 2 giugno è la passeggiata da Campi di Norcia ad Accumoli, un momento simbolico che suggella la fratellanza tra le due località epicentri dei sismi del 2016. Altri appuntamenti con la tradizione sono la festa al santuario della Madonna Delle Coste di Accumoli a Pentecoste, la “Sagra della Pasta del Vergaro” a Roccasalli il 12 agosto, la manifestazione di vita contadina e visita al museo delle arti e tradizioni ad Illica il 13 agosto, la “Sagra delle Fettucine” alla trota il 4 agosto, la “Sagra della pasta alla gricia” a Grisciano il 18 agosto, e, ad Accumoli, la “Mostra e Rassegna Equina” con meeting del cavallo Tpr a novembre.

Immersi nella natura

Ad Accumoli la montagna è protagonista: nei paesaggi, ma anche nelle tradizioni. Qui passano diversi cammini interregionali - come il “Cammino delle Terre Mutate” – e sentieri nazionali, come il “Sentiero Italia” e molti sentieri comunali e intercomunali che si stanno attrezzando per essere fruibili, dai ciclisti in mountain bike agli escursionisti, fin dalla prossima primavera. Nella zona dell’Agro Negro si trovano il Lago Secco e il Lago della Selva, due laghetti appenninici di quota. L’Oasi del Wwf, solcata da una fitta rete di sorgenti, rivoli, ruscelli, torbiere e specchi d'acqua, è un ambiente peculiare e raro sugli Appennini, situato all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, un paradiso di biodiversità. L’oasi è conosciuta per la presenza delle popolazioni più meridionali d'Europa di rana temporaria e di tritone alpestre Triturus alpestris, abitata anche dal lupo, dal gatto selvatico, da caprioli e tassi. E si possono avvistare anche numerosi uccelli, come l'aquila reale, il falco pellegrino, il gufo reale, lo sparviero e la poiana. Mille sono le specie di flora, tra cui la più famosa tra i botanici e naturalisti è il salice odoroso Salix pentandra, ormai divenuto rarissimo e considerato a rischio d'estinzione.

Torna alla versione sfogliabile con foto della rivista

TAGS :
  • #CamminodelleTerreMutate
  • #IPantanidiAccumoli
  • #LaRandonnéediAccumoli
  • #SagradellaPastadelVergaro
  • #Sagradellapastaallagricia
  • #SagradelleFettucine
  • #accumoli

Sommario

cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2023 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360