La rivista di viaggi, digitale e gratuita, su turismo lento e borghi
Accedi alla Community

e-borghi travel 36, Giugno 2022: Ferrovie dello Stato, fra storia e innovazione

Il Gruppo FS Italiane: fra storia e innovazione - Con 16.800 chilometri di infrastrutture ferroviarie, una rete stradale di circa 32mila chilometri e un servizio ai viaggiatori 24 ore su 24, il Gruppo Ferrovie dello Stato - che tramite le società controllate operative nei diversi settori realizza e gestisce opere e servizi nel trasporto ferroviario, stradale e autostradale, passeggeri e merci, e nel trasporto pubblico su gomma - è un’eccellenza tutta italiana. Al centro della mobilità dell’Italia, il Gruppo FS Italiane gioca, da sempre, un ruolo fondamentale nel rilancio e nello sviluppo del Paese, offrendo agli italiani un’integrazione fra differenti modalità di trasporto sempre più nell’ottica, ormai da tempo fondamentale, della sostenibilità. Radicato da oltre un secolo nel tessuto sociale ed economico nazionale, il Gruppo FS Italiane è più che mai protagonista della crescita e dello sviluppo del turismo dell’intera Penisola. Iniziata il primo luglio del 1905, la storia delle Ferrovie dello Stato è un percorso costellato di record e successi che da anni va oltre i confini italiani, dalla Francia alla Spagna, dalla Grecia alla Germania, dall’Olanda alla Gran Bretagna.

Meraviglie tecnologiche

Simboli dell’eccellenza tecnologica di Trenitalia sono sicuramente gli iconici Frecciarossa, massima espressione del Gruppo FS Italiane. I convogli di nuova generazione sono riciclabili, leggeri, sicuri, veloci e silenziosi, anche quelli per il trasporto regionale, ma soprattutto il Frecciarossa 1000, che non potrebbe raggiungere i 300 chilometri all’ora se non fosse “leggero”, quella leggerezza che si traduce in consumi di energia ridotti e quindi ridotte emissioni di CO2. Straordinario prodotto dell’ingegneria e dell’industria ferroviaria, il Frecciarossa 1000 è un’autentica eccellenza nel settore dei treni ad alta velocità, ed è capace di viaggiare su tutte le linee AV dell’Unione Europea. E poi ci sono i treni regionali di nuova generazione Rock, Pop e Blues, riciclabili fino al 97%, che oltre a consumare fino al 30% in meno, pesano fino al 20% in meno rispetto ai convogli del passato. Il Piano Industriale 2022-2031 del Gruppo FS prevede in dieci anni l’arrivo di 46 nuovi treni Alta Velocità, 34 Intercity e 495 treni regionali.

Storia e innovazione

Le ferrovie significano, oltre che tecnologia e innovazione, anche turismo. E’ a bordo dei treni d’epoca della Fondazione FS Italiane, parte del Gruppo FS, infatti, che si viaggia alla scoperta dei luoghi più belli d’Italia. La Fondazione FS nel 2014 ha avviato il progetto “Binari senza tempo”, che consente, lungo le linee ferroviarie storiche, di raggiungere mete meno conosciute ma tutte da scoprire: luoghi che offrono arte, paesaggi e un ricco patrimonio enogastronomico. Un progetto che ha permesso di riaprire linee ferroviarie dedicate a una forma di turismo esperienziale slow e sostenibile, dove portare con sé la bicicletta e, lasciato il treno, proseguire in itinerari di scoperta sulle due ruote. Alla Ferrovia dei Parchi fra Sulmona e Carpinone - che attraversa gli altipiani d’Abruzzo e i boschi del Parco Nazionale della Majella - e a quella della Val d’Orcia - fra Asciano e Monte Antico, che si snoda in uno degli angoli più suggestivi della Toscana, toccando anche l’abbazia di Sant’Antimo - si uniscono poi altri treni storici, fra cui il Porrettana Express e il Reggia Express, da Napoli Centrale a Caserta.

Tra borghi e meraviglie

Il treno è anche e soprattutto cultura e permette di raggiungere tramite la strada ferrata, e quindi in comodità e sicurezza, i posti più belli dell’intera Penisola. Per esempio, i borghi più belli d’Italia. 26 piccoli gioielli sono racchiusi anche in un Travel Book di Trenitalia, con consigli di viaggio e suggerimenti per una giornata di svago e relax. Da Bard, in Valle d’Aosta, ai centri di Mombaldone, Orta San Giulio e Vogogna in Piemonte, da Moneglia, Finalborgo, Laigueglia, Borgio Verezzi, Campo Ligure e Vernazza in Liguria a Chiusa, Egna e Vipiteno in Trentino Alto-Adige, passando per Montagnana in Veneto, Venzone in Friuli-Venezia-Giulia, Brisighella in Emilia-Romagna, Buonconvento in Toscana, Grottammare nelle Marche, Castiglione Del Lago, Spello e Passignano sul Trasimeno in Umbria, Castel Gandolfo nel Lazio, Tagliacozzo in Abruzzo, Vietri sul Mare in Campania, Chianalea in Calabria e Cefalù in Sicilia, Trenitalia porta alla scoperta delle eccellenze turistiche d’Italia, ma anche città termali, parchi e altri borghi di alto livello culturale. E poi ci sono i percorsi ciclabili, direttamente raggiungibili con i treni regionali e i siti Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Di Luca Sartori

Torna alla versione sfogliabile con foto della rivista

TAGS :
  • #Binarisenzatempo
  • #FerroviedelloStato
  • #Frecciarossa
  • #GruppoFSItaliane
  • #TravelBookdiTrenitalia
  • #Trenitalia
  • #storiadelleFerroviedelloStato

Sommario

cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2022 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360